giovedì 11 agosto 2016

SPESA FARMACEUTICA, ZULLO (COR): "SERVE MODIFICA DEL SISTEMA"

"Quelle predisposte dalla Giunta regionale per il contenimento della spesa farmaceutica, sono misure assolutamente insufficienti che non guardano all'intero sistema degli attori che gestiscono la "risorsa farmaco" e si traducono nella responsabilizzazione dei soli medici di base". Così il capogruppo dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo. "Non si può prescindere -prosegue- dal controllo e dal coinvolgimento anche dei medici ospedalieri e ambulatoriali, molto spesso induttori delle prescrizioni. Serve costruire, inoltre, un processo di audit tra prescrittori e farmacisti, e mettere in piedi azioni di "consensus conference" per l'utilizzo appropriato dei farmaci. Ciò soprattutto per le patologie ad andamento cronico e per l'assunzione di antibiotici e farmaci innovativi, il cui utilizzo dovrebbe comportare un risparmio sulla spesa dei medicinali sostituiti. E ancora: nulla sul potenziamento dell'assistenza psicologica, ridotta al lumicino nel sistema sanitario regionale con conseguenze negative per la salute dei cittadini e per le casse pubbliche. Molti disagi psicologici, infatti, derivanti da stress affettivi, relazionali o economici; vengono affrontati con il ricorso inappropriato e grave ai farmaci, quando potrebbero essere risolti con adeguati supporti psicologici. Un altro "buco nero" nelle linee della Giunta è rappresentato dalla prevenzione, dimenticando che la patologia scaturisce quando le politiche preventive sono insufficienti. E, così, il ricorso al medicinale è un passo obbligato. Su questi punti ci saremmo aspettati da Emiliano delle risposte, specie in una Regione che si è conquistata tristemente il primato nazionale anche sull'esorbitante spesa farmaceutica. Eppure -conclude Zullo- abbiamo registrato un intervento riduttivo e inidoneo a risolvere un problema di tale portata, che cercheremo di correggere presentando, alla ripresa dei lavori istituzionali, una mozione da proporre al Consiglio regionale".



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI