CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

martedì 28 febbraio 2017

Prendersi cura dell'orto fa bene a chi soffre di Alzheimer




28 febbraio 2017 - Lo dicono le esperienze internazionali, in particolari inglesi e americane e i risultati delle attività realizzate in diversi centri specializzati e ospedali degli Stati Uniti. 

Lo conferma la neuropsicologa responsabile del Nucleo Alzheimer del Centro Polifunzionale Villaggio Amico di Gerenzano, che si trova alle porte di Milanodott.sa Loredana Locusta, psicologa esperta in neuropsicologia clinica.

"L'Horticultural Therapy, cioè la cura dell'orto, può essere annoverata tra le terapie non farmacologiche che donano benessere psico-fisico ai malati di Alzheimer.
L'hanno capito bene negli Stati Uniti, dove questa terapia alternativa viene praticata, da circa quarant'anni, in centri specializzati e nei reparti di ospedali di fama internazionale come l'Ospedale universitario di New York, sede anche di corsi per studenti, dove si insegna tale metodo.

Nella demenza mantenere l'autonomia della persona più a lungo possibile è un obiettivo primario e la cura delle piante raggiunge questo scopo, perché l'attività cognitiva viene stimolata, in particolare l'attenzione e la capacità di pianificare le azioni. 

I benefici di questa pratica non finiscono qui: si va ad agire sulla "sick building sindrome" o disturbo da ambiente chiuso, che spesso è presente in coloro che, per motivi di cura, di sicurezza o di instabilità motoria, trascorrono la quotidianità in un luogo con pochi spazi aperti.

Fondamentale, soprattutto durante quelli che sono i primi stadi della malattia, è stimolare la motricità fine e l'orto-terapia è una pratica vincente per questo obiettivo. 

Ma non vengono stimolati solo gli aspetti cognitivi e motori: numerose ricerche evidenziano una diminuzione dei disturbi comportamentali e del vagabondaggio, il cosiddetto "wandering", tra coloro che soffrono di Alzheimer o altro tipo di demenza e che hanno praticato l'orto-terapia. Inoltre, curare le piante risponde a quelli che sono i bisogni emotivi e affettivi dei pazienti.

L'orto-terapia comprende l'attività nel o con il verde, che va dal giardinaggio alla coltivazione di piante e di ortaggi. Effetti positivi possono derivare anche dalla cura di una singola pianta da interno. 

Questo tipo di attività permettono la stimolazione del tatto, dell'udito, dell'olfatto e della vista. Pensiamo, ad esempio, al benessere psico-fisico derivante dall'osservare alberi e fiori oppure dall'annusare delle specifiche piante aromatiche.

Partita in America e Inghilterra, questa terapia della natura ha fatto il giro del mondo: molti sono i giardini progettati in Italia per i malati di Alzheimer dove si riproducono spazi verdi simili a quelli con cui il paziente è stato in contatto nella sua precedente quotidianità.
Anche all'interno di Villaggio Amico - centro polifunzionale alle porte di Milano - sono state messe a punto diverse attività di Horticultural Therapy. Una di queste è il "giardino della memoria", dove gli ospiti possono stimolare i sensi e rilassarsi. Il giardino è coltivato con piante aromatiche che i pazienti e i familiari possono curare, ad esempio innaffiandole, o di cui possono semplicemente ispirarne gli aromi. 

L'orto-terapia viene organizzata anche in ambienti esterni al centro, nei quali si può toccare e lavorare il terreno o osservarlo come elemento che dona benessere. 

Le attività sono svolte sia in rapporto uno a uno operatore e paziente, sia in piccoli gruppi per favorire la socializzazione. Abbiamo notato che le piante hanno stimolato in molti pazienti il desiderio di prendersi cura di un essere vivente da proteggere."



Villaggio Amico è una residenza sanitaria assistenziale (RSA) situata alle porte di Milano (Gerenzano, in provincia di Varese). 

Un centro polifunzionale che offre un ventaglio di servizi adatti a ogni fase della vita, dall'infanzia fino alla terza età. 

Si avvale delle più moderne e innovative terapie e tecnologie per l'assistenza e cura degli anziani, supporto educativo e formativo per persone diversamente abili, pazienti malati di Alzheimer, riabilitazione e assistenza a domicilio.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *