CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

venerdì 31 maggio 2013

Tele-riabilitazione neurocognitiva: efficace per l'86% dei pazienti, il 79% migliora entro 6 mesi


Tele-riabilitazione: il futuro della riabilitazione post ictus cerebrale

Un metodo innovativo diretto da Valerio Sarmati che unisce le terapie neurocognitive e le nuove tecnologie, coinvolgendo attivamente i familiari del paziente

L'86% dei pazienti giudica efficace questo metodo, il 79% ha riscontrato miglioramenti entro i 6 mesi, il 91% dei familiari ritengono rilevante poter partecipare al recupero del proprio caro

Un metodo innovativo che potrebbe costituire un grande passo in avanti per i pazienti colpiti da ictus cerebrale. Si tratta della tele-riabilitazione neurocognitiva, un approccio messo a punto e diretto da Valerio Sarmati, esperto in riabilitazione neurologica post ictus cerebrale, basato sul metodo Perfetti al quale viene affiancata la formazione delle famiglie per la riabilitazione in casa e l'utilizzo di sistemi informatici.

Obiettivo della tele-riabilitazione è il recupero non solo fisico, ma anche neurologico del paziente, reso possibile grazie al coinvolgimento delle famiglie che, attraverso incontri di insegnamento in studio e materiale multimediale, vengono resi in grado di gestire direttamente in casa la riabilitazione del proprio familiare. Per accompagnare il paziente e la famiglia in questo percorso, Sarmati ha realizzato delle Video Guide Digitali differenziate in base al tipo di emiplegia (paralisi di
una metà parte del corpo). Ogni lezione è composta da un file teorico con le spiegazioni scritte ed illustrate degli esercizi e i video su youtube per vedere come eseguire i movimenti nel giusto modo. Inoltre, attraverso i social network e le video chat, i pazienti possono restare in continuo contatto con lo specialista, condividendo con lui i video degli esercizi svolti, per i quali lo specialista fornirà il proprio parere.

L'86% dei pazienti che seguono il metodo della tele-riabilitazione in famiglia ha riscontrato un aumento della sensibilità nella metà del copro colpita da ictus, una maggiore resistenza nel camminare e una diminuzione della spasticità. Il 79% ha riscontrato un miglioramento dell'equilibrio, mentre il 40% dei pazienti afasici ha notato un miglioramento nella parola. Inoltre, il 79% ha riscontrato questi miglioramenti entro i 6 mesi dall'inizio della terapia (di questi, il 40% addirittura entro i
3 mesi). Infine, oltre la metà dei familiari (56%) ha dichiarato di sentire meno il  senso di impotenza nei confronti della patologia e di aver acquisito maggiore fiducia nel recupero del proprio caro e oltre il 91% ritiene rilevante che un familiare possa partecipare al recupero del proprio familiare.

"Un ictus danneggia il cervello, non i muscoli, per questo è necessario intervenire con la riabilitazione neurocognitiva del Metodo Perfetti, mirando a ripristinare quelle funzioni cerebrali che permettono il movimento, e non limitandosi alle tradizionali terapie muscolari. - Ha commentato Valerio Sarmati. - La riabilitazione in famiglia, inoltre, garantisce una continuità della terapia che non potrebbe essere offerta né da un fisioterapista a domicilio, né in un centro specializzato.
Continuità, costanza ed assiduità sono le chiavi per poter ottenere un recupero significativo che consenta una maggiore autonomia di movimento e un recupero della parola e, quindi, una migliore qualità di vita. Questo approccio, inoltre, risulta fondamentale in quelle aree geografiche con una bassa offerta di servizi sanitari ed assistenziali, dove i pazienti sono costretti a percorrere decine di chilometri per effettuare le terapie o per un semplice controllo specialistico. Proprio in questi
giorni ho ricevuto un video dal figlio di un paziente che vive in un piccolo paese siciliano. Suo padre è stato colpito da una forma grave di ictus che aveva compromesso la maggior parte dei movimenti e gli aveva reso impossibile stare in piedi. In questo video, invece, il ragazzo mi mostrava come, dopo solo sette mesi dall'inizio della terapia con questo approccio, suo padre riuscisse a camminare appoggiandosi a lui."

Valerio Sarmati ha anche avviato un gruppo di aiuto ed autoaiuto su Facebook nel quale i pazienti ed i loro famigliari possono scambiare informazioni e supportarsi a vicenda. Nel gruppo vengono, inoltre, condivisi i video degli esercizi e dei progressi fatti, dando forza e speranza anche agli altri utenti.




Chi è Valerio Sarmati?
Attualmente proprietario e responsabile del Centro Fisioterapia Roma, Valerio Sarmati è esperto in riabilitazione neurologica post ictus cerebrale secondo il metodo Perfetti. Sarmati è stato il primo ad associare a questo metodo rivoluzionario l'approccio tecnologico della tele-riabilitazione in famiglia. Il dottor Sarmati è, inoltre, docente di  riabilitazione neuro traumatologica presso l'Università Sapienza di Roma. http://www.riabilitazione-ictus-cerebrale.it/

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *