CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

giovedì 16 marzo 2017

Salute urologica. Festa del papà: e quando è lui a non avere tutto sotto controllo? Una ricerca svela quanti sono e perchè

Svelate curiosità italiane da un'indagate sulle abitudini igieniche in 12 paesi

La vita sociale è sotto controllo? 
Solo per 3 italiani su 10

Le condizioni igieniche in cima alla lista per decidere dove trascorrere il tempo fuori casa, causa di disagio soprattutto per quanti devono ricorrere al bagno, uomini compresi, sempre attenti a non perdere il controllo. 

E per mantenerlo ecco i consigli di un esperto per la sopravvivenza maschili per uscire con tranquillità

Avere la situazione sotto controllo si conferma una delle priorità maschili dentro casa ma anche fuori casa. 

E dove andare dipende anche dallo status dei bagni pubblici (48%) seguita dalle condizioni delle palestre e piscine (20%), dei trasporti pubblici (14%) e persino degli hotel e dei ristoranti (12%).

Sono questi alcuni dei risultati emersi dall'indagine SCA-TENA "Hygiene Matters" commissionata dall'azienda leader mondiale che opera nel settore dell'igiene tramite lo sviluppo e la produzione sostenibili di brand come ad esempio TENA.

Anche se la scarsa igiene preoccupa soprattutto il mondo femminile, il 71% uomini si dichiara a rischio per la propria salute quando vengono meno le norme igieniche.

Insomma, il controllo diminuisce e la preoccupazione sale. Se poi tra il pubblico maschile si nasconde anche la percentuale di uomini colpita dall'incontinenza urinaria, ecco che la scelta di ricorrere a un bagno pubblico diventa obbligatoria.

A dimostrarlo sono gli stessi dati che rivelano come il 35% degli uomini oltre i 40 anni ha problemi alle vie urinarie e ben 1 uomo su 4 ha avuto episodi di perdite urinarie nella sua vita con significativi risvolti su salute, vita sociale e perfino autostima.

A tutti i risvolti psicologici ed emotivi che il fenomeno delle perdite urinarie porta con sé come l'imbarazzo, la paura, la sensazione di inadeguatezza si aggiungono problemi igienici: l'insorgenza di cattivo odore, irritazioni e infiammazioni della pelle, etc. Se poi si aggiunge il fatto di non essere tra le mura domestiche, ecco cosa fare prima e dopo. Lo spiega Andrea Militello


DUE MOSSE PER LUI PRIMA DI USCIRE DI CASA

1. lavati accuratamente e scegli il detergente intimo
o   lavati i genitali almeno 2 volte al giorno (mattina e sera, prima e dopo i rapporti sessuali) avendo cura di detergendo accuratamente glande e scroto
o   Scegli un detergente intimo specifico, a ph neutro o leggermente acido sciacquando accuratamente i genitali (e approfitta per controllare se ci sono variazioni nei testicoli, lesioni, arrossamenti da far controllare al proprio medico)
2. scegli la protezione adatta alla situazione
o  scegli e indossa la protezione che meglio si adatta al momento della giornata e al tempo che trascorrerai fuori casa: dal prodotto più anatomico da inserire all'interno della biancheria intima (quando si ha la possibilità di controllare le perdite) fino alla mutandina assorbente (per le perdite moderate e pesanti se l'incontinenza aumenta e la situazione non permette di recarsi in un bagno)

DUE MOSSE PER LUI QUANDO E' FUORI CASA

1. Cambiati più spesso
o  il cambio di protezioni assorbenti deve seguire l'entità dell'incontinenza, sia questa abbondante o lieve, senza però programmare in anticipo il numero dei cambi
o  i nuovi prodotti assorbenti studiati e adattati per l'uomo ne consentono una gestione indipendente senza incorrere in problemi igienici e di infezioni
2. Non serve lavarsi a ogni costo
o  il lavaggio dovrebbe essere effettuato nel momento in cui ci si sente umidi, ovvero quando l'urina persiste a contatto con le mucose, senza fare della pulizia un'ossessione.
o  l'effetto della detersione sullo strato protettivo delle mucose, così come la loro continua sollecitazione da parte dei potenziali allergeni presenti nei prodotti per l'igiene, favoriscono una più facile irritazione a causa del contatto fra una mucosa non protetta e l'urina e la possibile contaminazione batterica o da funghi (grandi amici delle aree umide).

Gli errori più comuni tra le persone che con l'incontinenza sono principalmente di tipo gestionale-comportamentale e hanno a che fare con la scelta e l'utilizzo delle protezioni.

Proprio per rispondere ai molteplici bisogni delle persone che riscontrano perdite urinarie, la gamma di prodotti TENA Men, marca numero uno nel mercato dei prodotti per l'incontinenza, si compone di protezioni specifiche studiate appositamente per l'anatomia maschile e con diversi livelli di assorbenza per rispondere a ogni esigenza.

 "TENA è da sempre attenta a raccogliere e rispondere alle esigenze dei suoi consumatori e sa quanto sia fondamentale supportarli non solo con un'offerta di prodotti validi, specifici e sicuri, ma anche con una comunicazione attenta che li aiuti a mantenere il controllo - spiega Antonio Campanile Brand Manager TENA – cercando di sfatare il tabù dell'incontinenza maschile vogliamo aiutare gli uomini ad affrontare e gestire al meglio le perdite urinarie e limitare al minimo il loro impatto sullo stile di vita e sulla quotidianità."


A questo scopo risponde anche il sito www.solotusaiche.it nel quale sono raccolti articoli, curiosità, idee e spunti che spaziano e approfondiscono temi che vanno dalla prevenzione, alla vita di coppia, dall'alimentazione allo sport. Uno strumento pratico e concreto a disposizione di tutti gli uomini che offre consigli, suggerimenti e informazioni utili sulla gestione quotidiana delle perdite urinarie.    



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *