CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

lunedì 18 luglio 2016

Bosch, un’alleanza per sconfiggere il cancro

• L'ospedale Robert Bosch, la Fondazione Robert Bosch e il Gruppo Bosch uniscono le forze nella lotta contro il cancro

• Nuovo Centro Tumori Robert Bosch in collaborazione con il centro tedesco per la ricerca sul cancro

• 24 milioni di euro il finanziamento dellaFondazione Robert Bosch per la ricerca,fino al 2020

• Il Gruppo Bosch offre un programma a supporto dei collaboratori affetti da tumore


Milano, 18 luglio – L'ospedale Robert Bosch (RBK - Robert-Bosch-Krankenhaus), l'omonima Fondazione e il Gruppo Bosch uniscono le forze per combattere il cancro. I tre partner hanno formato un'alleanza e hanno in programma una serie di iniziative.  

La volontà è quelladi istituire un nuovo centro per la ricerca sulla malattia: Centro Tumori Robert Bosch (RBCT - Robert Bosch Centrum für Tumorerkrankungen), a Stoccarda, in collaborazione con il centro di ricerca tumori tedesco (DKFZ - Deutschen Krebsforschungszentrum). A tal scopo, lo scorso 18 luglio, è stata firmata una dichiarazione d'intenti tra le parti

La fondazione Robert Bosch, ad oggi, sostiene i progetti di ricerca dell'ospedale Robert Bosch e metterà a disposizione, fino al 2020, 24 milioni di euro a supporto sia per la ricerca sul cancro sia per la creazione delRBCT. Inoltre, con effetto immediato, il Gruppo Bosch darà la possibilità ai propri collaboratori affetti dalla malattia di usufruire degli ultimi metodi diagnostici offerti dal RBK e dal DKFZ. 

Per questo, metterà a disposizione un milione di euro. "L'ospedale, la Fondazione e l'Azienda fanno tutte parte del mondo Bosch e condividono i valori del suo fondatore. Robert Bosch è una figura di riferimento per la responsabilità sociale, nel 1940 creò l'ospedale che porta il suo nome. Con la nostra alleanza contro il cancro stiamo continuando quest'impegno a favore della salute degli individui, ogni partner condivide il significato di quest'impegno" ha dichiarato il Professor Joachim Rogallmanaging director della Fondazione Robert Bosch

L'incidenza del tumore continua a crescere
Questa scelta è voluta per la crescente diffusione del cancro nel mondo. L'Organizzazione Mondiale della Salute prevede che, entro il 2025, l'incidenza annua della malattia si attesti intorno ai 20 milioni di casi. Nel 2012, le cifre indicavano già 14 milioni di casi. Nel mondo il cancro è la seconda causa di morte, dopo i problemicardiovascolari. Solo in Germaniaogni anno, quasi 224.000 persone muoiono di tumore.

Le ultime scoperte per i migliori trattamenti possibili 
Il nuovo RBCT farà parte dell'ospedale Robert Bosch e insieme al DFKZ migliorerà le attività di ricerca per la lotta contro il cancro. Presso l'ospedale Bosch i pazienti affetti da tumore saranno seguiti anche dall'ospedale universitario di Tübingen. Questa partnership, conosciuta come Comprehensive Cancer Center Tübingen-Stuttgart, è attiva dal 2014. "In stretta collaborazione con la clinica universitaria di Tübingen e con il DKFZ, vogliamo usare i metodi della moderna oncologia di precisione per offrire ai pazienti un trattamento personalizzato. Ciò terrà conto delle più recenti scoperte della ricerca sul cancro per offrire così la forma di trattamento migliore possibileha affermato il Professor Mark Dominik Alscherdirettore dell'ospedale Robert Bosch"I fondi saranno utilizzati per costruire un centro di ricerca e per assumere esperti nel team medico, inoltre, saranno messe a disposizione due cattedre per il supporto delle attività di ricerca in questo campo" ha concluso Alscher.

I pazienti beneficiano degli ultimi ritrovati scientifici 
"Siamo orgogliosi di avere un partner forte come il Gruppo Boschdichiara il Professore Michael Boutrosresponsabile del comitato scientifico DKFZ. "Con le nuove cattedre vogliamo dedicarci all'innovazione alla ricerca a beneficio dei pazienti." Con uno staff di oltre 3.000 persone, il DKFZ è il più grande Istituto di Ricerca Biomedica tedesco. Oltre 1.000 esperti ricercano le cause del cancro, registrano i fattori di rischio ed esplorano nuove strategie per prevenire gli sviluppi della malattia, sperimentando nuovi metodi per una sempre più precisa diagnosi dei tumori e per trattamenti più efficaci. Con la clinica universitaria di Heidelberg, il DKFZ ha creato il Centro Nazionale Tumori (NCT-Nationale Centrum für Tumorerkrankungen), dove vengono applicati gli ultimi ritrovati scientifici. La combinazione data della ricerca di alto livello e daitrattamenti più recenti, gioca un ruolo importante per migliorare le prospettive di vita dei pazienti.
Bosch offre un programma a supporto per i propricollaboratori
Il Gruppo Bosch vuole dare ai propri collaboratori malati di cancro un supporto che va al di là degli standard offerti dell'assicurazione medica statale. "Come Azienda che segue la filosofia 'Tecnologia per la vita', noi e i nostri partner lottiamo insieme contro il cancro," ha dichiarato Volkmar Denner Ceo del Gruppo Bosch. Con effetto immediato, totalmente a carico della società, i collaboratori potranno avere accesso agli ultimi test diagnostici del RBK. Questa opportunità sarà inizialmente per i collaboratori in Germania, in seguito, sarà estesa tutto il mondo Bosch. A questo scopo, la multinazionale tedesca metterà a disposizione circa un milione di euro ogni anno. "Il nostro obiettivo è chiaro: vogliamo utilizzare la diagnostica di precisione per migliorare le prospettive di successo dei trattamenti contro il cancro. Questo aiuterà i collaboratori affetti dalla malattia, i loro familiari, i loro amici e, non da ultimo, i loro colleghi. In questo seguiamo le orme dell'impegno sociale del nostro fondatore Robert Bosch" ha sottolineato Denner.

Per ulteriori informazioni:
Fondazione Robert Bosch www.bosch-stiftung.de
Ospedale Robert Bosch www.rbk.de
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         
Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 375.000 collaboratori (al 31 dicembre 2015) impiegati nelle quattro aree di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 70,6 miliardi di euro nel 2015. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 55.800 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 118 sedi in tutto il mondo. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire le innovazioni per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbHassicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 92% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda. I diritti di voto e le partecipazioni restanti spettano alla famiglia Bosch e alla Robert Bosch GmbH.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *