CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

mercoledì 22 giugno 2016

Chiesi continua l'espansione internazionale: completata l'acquisizione in U.S.A. dell'asset cardio di The Medicines Company


Grazie all'accordo, che ammonta a un totale di 742 milioni di dollari, il Gruppo ottiene i diritti di commercializzazione a livello mondiale di tre prodotti ospedalieri Kengreal®, Cleviprex® e ArgatrobanTM per iniezione


Parma, 22 Giugno 2016 – Chiesi Farmaceutici S.p.A ha annunciato la finalizzazione dell'acquisizione, dalla statunitense The Medicines Company, dei diritti di commercializzazione a livello mondiale di tre farmaci ad uso ospedaliero, già approvati per il mercato americano - l'antiaggregante Kengreal® (cangrelor), l'antipertensivo Cleviprex® (clevidipina) e l'anticoagulante per iniezione ArgatrobanTM (50 mg per 50 mL) - che vanno così ad arricchire il portfolio Chiesi in area cardiovascolare.

Come stabilito dall'accordo, Chiesi verserà a The Medicines Company un acconto immediato di circa 262 milioni di dollari, cui faranno seguito ulteriori pagamenti fino a 480 milioni di dollari in base al fatturato generato dai prodotti e il pagamento obbligatorio delle royalty.

"La presenza del Gruppo a livello mondiale si fa sempre più pronunciata, non solo grazie al fatturato derivante dall'export, che nel 2015 ha superato l'80%, ma soprattutto grazie a una visione che vede nell'internazionalizzazione un asset strategico importante per la crescita del business nelle aree chiave per Chiesi." - dichiara Ugo Di Francesco, CEO di Chiesi Farmaceutici S.p.A.. "In tal senso, la presenza di Chiesi in U.S.A. gioca ruolo forza quando si parla di strategie di investimento a livello globale: il mercato statunitense offre infatti grandi opportunità di crescita potenziali, ma per coglierle è necessario identificarle e valutarle attentamente. Il nostro team sta lavorando attivamente in questo senso e in previsione di un'ulteriore crescita futura del Gruppo negli Stati Uniti".

Aggiunge Di Francesco "Grazie alla finalizzazione di questo accordo, Chiesi potrà arricchire il proprio portfolio prodotti ad uso ospedaliero sul mercato statunitense, in linea con le propria strategia di espansione e di crescita del Gruppo a livello mondiale. Si tratta di una scelta di business che al contempo ci permetterà di contribuire ulteriormente al miglioramento della qualità della vita dei pazienti di tutto il mondo".

Ken McBean, Presidente e CEO della filiale americana di Chiesi conclude "L'acquisizione di questi tre prodotti in area cardiovascolare rafforza ulteriormente la nostra posizione di leadership nell'area dei farmaci ospedalieri e dello Special Care. Inoltre, siamo lieti che gli operatori sanitari potranno beneficiare di queste opzioni terapeutiche, volte a migliorare il percorso clinico e la qualità di vita dei pazienti con patologie cardiovascolari, che ad oggi rappresentano una delle principali cause di mortalità nei Paesi industrializzati."


Chiesi Farmaceutici
Chiesi Farmaceutici è un gruppo internazionale orientato alla ricerca, con oltre 80 anni di esperienza e con sede a Parma. Chiesi ricerca, sviluppa e commercializza farmaci innovativi nelle aree terapeutiche respiratoria, neonatologia, malattie rare e della medicina specialistica. Nel 2015 l'azienda ha realizzato un fatturato di oltre 1,46 miliardi di Euro, in crescita del 9,4% rispetto al 2014. Il Centro Ricerche di Parma, i laboratori di Parigi (Francia), Cary (USA), Chippenham (UK) e il team di R&S della controllata Zymenex (Svezia e Danimarca) collaborano ai programmi pre-clinici, clinici e registrativi del Gruppo. Chiesi impiega oltre 4500 persone, 560 delle quali dedicate ad attività di ricerca e sviluppo.
Per ulteriori informazioni visita il sito www.chiesi.com.

Chiesi USA Inc.
Chiesi USA Inc., filiale americana del Gruppo Chiesi, con sede a Cary, N.C., è una società farmaceutica specializzata nella commercializzazione di prodotti a uso ospedaliero e afferenti all'area dello Special Care.
Gli elementi strategici chiave della società sono: l'impegno nello sviluppo e commercializzazione nel mercato statunitense di farmaci a uso ospedaliero e relativi all'area dello Special Care; la continua ricerca di opportunità per l'acquisizione di società, prodotti commercializzati, in fase di registrazione o in fase avanzata di sviluppo, che siano in linea con le aree di interesse per il Gruppo; generare fatturato con la commercializzazione di farmaci generici attraverso la società affiliata, interamente controllata, Aristos Pharmaceuticals Inc.
Chiesi USA Inc. è una affiliata interamente controllata da Chiesi Farmaceutici S.p.A.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *