CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

sabato 12 maggio 2018

IL BANDOLO, oltre i nodi del disagio mentale: a 40 anni dalla Legge Basaglia

OLTRE I NODI DEL DISAGIO MENTALE: IL BANDOLO NELL'ANNIVERSARIO DELLA LEGGE BASAGLIA

A Torino le Officine della Salute dal 14 al 17 maggio


Nell'anno in cui si ricordano i quarant'anni dalla promulgazione della Legge Basaglia, torna per una seconda edizione la kermesse torinese "Officine della Salute". 

Promossa dall'Asl "Città di Torino", l'iniziativa si articola nell'arco di quattro giornate, dal 14 al 17 maggio, negli spazi della Fabbrica delle "e" di corso Trapani 91/b a Torino e vuole essere una concreta opportunità di dialogo e riflessione sulle tematiche del benessere e della salute mentale.

Il 17 maggio alle ore 14.00 sarà protagonista "Il Bandolo", una delle principali associazioni promotrici della manifestazione, per un seminario di presentazione aperto alla cittadinanza e rivolto soprattutto a utenti e familiari. Costituito nel novembre 2004 con il sostegno della Compagnia di San Paolo, "Il Bandolo" ha realizzato l'esperienza unica di una solida rete fra associazioni e servizi, impegnandosi in progetti di informazione e supporto, erogati sul territorio torinese e rivolti a persone con disagio psichico e ai loro familiari.

Coordinando una rete formata da sei associazioni (Associazione Arcobaleno, Associazione Insieme, Associazione per la Lotta contro le malattie mentali, Associazione Evoluzione Self Help, Casa Bordino e Di.A.Psi), "Il Bandolo" propone servizi multidisciplinari, come una linea di supporto psicologico telefonico (garantita a livello nazionale), sostegno alla domiciliarità, attività di pet-therapy, orientamento ed inserimento lavorativo, attività di risocializzazione, sostegno alle famiglie.

Grazie alla sinergia diretta con i Dipartimenti di Salute Mentale della ASL Città di Torino, "Il Bandolo" definisce, inoltre, la peculiarità della propria realtà rappresentando un caso unico, in tutta Italia, di modello welfare basato sulla collaborazione tra pubblico e privato sociale.

"Le Officine della Salute – dichiara Nicola Iozzo, Presidente de Il Bandolo - rappresenta senza dubbio un'occasione di conoscenza e approfondimento sul tema, non solo per gli operatori del settore, ma anche e soprattutto per la cittadinanza. Il superamento dello stigma e la "piena cittadinanza" di un argomento spesso rimosso sono il nostro compito primario. Quest'anno in particolare è il momento in cui riaffermare il valore di una collaborazione tra pubblico e privato e tra le molte realtà attive sul nostro territorio. Sono gli elementi che hanno connotato la nascita e la crescita della nostra realtà, oggi un punto di riferimento a Torino per operatori, pazienti, famigliari."

Attraverso interventi specifici, infatti l'Associazione mira a sciogliere i "nodi" del disagio mentale, a tutelare l'individuo nel pieno esercizio dei suoi diritti di cittadino: residenzialità, avvicinamento al lavoro, famiglia, integrazione e socialità.

Inserendosi nella riflessione in corso sulla necessità di un rilancio della Legge Basaglia, "Il Bandolo" ha recentemente ideato un bando (chiuso a fine aprile con decine di proposte pervenute), volto a promuovere la realizzazione di iniziative che mirino a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della salute mentale e a favorire l'inclusione sociale delle persone con disagio psichico.

Le iniziative – ora in fase di valutazione - riceveranno un contributo economico per la realizzazione di azioni ed eventi a carattere culturale/artistico.

"Officine della Salute" è un'iniziativa organizzata dall'Asl "Città di Torino" in collaborazione con le cooperative sociali operanti nell'ambito dei DSM (Dipartimento Salute Mentale) e le associazioni di familiari e utenti. Anticipata da un'apertura eccezionale che si terrà il 13 maggio in Piazza Arbarello, tra dj set e tornei sportivi, l'iniziativa si rivolge alla cittadinanza ed esperti del settore, con un ricco programma che consiste di eventi formativi come seminari, convegni, dibattiti, ma anche momenti informativi e di intrattenimento come performances teatrali, musicali ed artistiche.


Il Bandolo Onlus via Giovanni Giolitti, 21, 10123 Torino (To)
Telefono: 0112302727


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *