martedì 13 dicembre 2016

TRA 8 ANNI BARBATELLE GLERA RESISTENTI ALLE MALATTIE. RISPARMIO DI 1000 EURO PER ETTARO

Un count down di 8 anni divide gli agricoltori di oggi dalle barbatelle glera fitoresistenti di domani, "un futuro segnato dal progresso che persegue la direzione della sostenibilità" ha dichiarato il vicepresidente della Fiera di Santa Lucia Alberto Nadal che ha introdotto il convegno dedicato alle sperimentazioni sulle varietà fitoresistenti condotte da Vivai Cooperativi Rauscedo, presentate in occasione dell'edizione 2016 della Fiera Internazionale dell'Agricoltura di Santa Lucia di Piave.

"L'oidio e la peronospera sono gli organismi parassiti più comuni nella vite, che sottraggono risorse alla pianta portandola al deperimento o, nel migliore dei casi, alla minore produzione di uva – ha spiegato il vicepresidente della Fiera – per questo motivo abbiamo messo a disposizione un convegno interamente dedicato alla ricerca e sperimentazione sui vitigni resistenti, un metodo innovativo e certamente valido per produrre in modo sano, senza l'abuso dei fitofarmaci".

L'edizione 2016 della Fiera ha deciso di agevolare gli agricoltori nell'avvicinarsi alle tecniche a "impatto zero" sull'ambiente e sulle persone, progettando un vero e proprio percorso guidato per sensibilizzare gli operatori su questo argomento: oltre ai 15 convegni, il campo Fiera mette a disposizione oltre 5000 modelli esposti, con particolare attenzione alle emissioni delle trattrici e ai sistemi satellitari GPS che agevolano l'agricoltura di precisione, senza sprechi.

"Questa tipologia di vitigno consente di ridurre notevolmente i trattamenti sulla vite in quanto risultato di un programma di ibridazione che le rende maggiormente resistenti alle patologie che colpiscono la pianta - ha spiegato il direttore di Vivai Cooperativi Rauscedo Eugenio Sartori – parallelamente, permettono un risparmio economico per l'agricoltore". 

Le sperimentazioni condotte dalla cooperativa friulana hanno infatti misurato una riduzione di costo di oltre 1000 euro per ettaro, dettato dalla minore spesa in prodotti fitosanitari".

Finora sono stati sperimenti oltre 24.000 semenzali, tra vitigni autoctoni e internazionali, dei quali 10 sono stati iscritti al Catalogo Nazionale (Sauvignon kretos, Sauvignon Nepis, Sauvignon Rytos, Cabernet Eidos, Cabernet Volos, Merlot Khorus, Merlot Kanthus).

"La prossima frontiera sarà l'ibridazione del vitigno Glera – ha dichiarato Sartori – stiamo già lavorando da oltre un anno a questo progetto che richiederà almeno 8 anni per poter fornire barbatelle conformi agli standard richiesti".

"Attualmente la normativa consente l'utilizzo di queste varianti di vitigno per la produzione di vini senza denominazione o a Indicazione Geografica Tipica – ha specificato Nadal a conclusione – ma auspichiamo che il tempo possa limare le autorizzazioni al fine di agevolare il passaggio ad un'agricoltura sempre più sostenibile".



--

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI