CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

giovedì 27 aprile 2017

STRESS PRIMAVERILE: LE 5 REGOLE PER AFFRONTARE AL MEGLIO IL PERIODO PIU’ DIFFICILE DELL’ANNO

I 5 consigli di Roberto Re, il guru dell'automotivazione, su come gestire al meglio questo periodo di transizione


Milano, 27 Aprile 2017 – Sonnolenza e stanchezza potrebbero essere considerati due imperativi tipici del cambio di stagione. 

Il periodo più delicato sembrerebbe essere proprio quello di adesso: l'inizio della primavera, in cui si ha infatti un significativo cambio climatico associato ad un allungamento delle ore di luce. 

Questo comporta la necessità di dormire di più, nonostante e paradossalmente più si riposa e più ci si sente stanchi, svogliati e privi di forze. 

È quindi anche il periodo in cui tutti i lavoratori fanno più fatica a gestire questa condizione di astenia. Manager, imprenditori e professionisti cominciano infatti ad accusare di cali fisici dovuti a turni pesanti, all'eccessivo carico di responsabilità e ai conflitti quotidiani con i colleghi. 

Nei periodi di transizione, come quelli di stagione, in ogni luogo di lavoro possono esistere situazioni di stress, a danno di tutte le categorie professionali.

Per affrontare al meglio questo periodo dell'anno, secondo Roberto Re, uno dei più notiment al coach in Italia, è indispensabileri sollevarsi e apprendere 5 semplici consigli per gestire al meglio lo stress dei periodi di cambiamento per aumentare la propria motivazione e quella del proprio team verso il raggiungimento degli obiettivi.

Ecco quindi cosa consiglia l'esperto:

  1. Organizzare i tempi. La prima regola per evitare lo stress lavorativo causato dal carico di lavoro è non ridursi all'ultimo momento per rispettare le scadenze. Giocare d'anticipo è quindi la carta vincente, se non praticamente, quanto meno idealmente. Iniziare dunque a preparare una scaletta delle cose da fare per ordine di importanza, permette di non affannarsi nel corso degli ultimi due giorni, come accade quasi sempre. Se è vero che tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare, è altrettanto facile darsi una sorta di dead line mentale. Ogni momento è buono per "assolvere" a questo compito e rispettare la scadenza che ci si è dati.

  1. Prevedere eventuali imprevisti. E' giusto essere organizzati e gestire una sorta di tabella di marcia della quotidianità, ma non bisogna esagerare. Imparare ad accogliere gli imprevisti come possibilità positive è la carta vincente. "Uscire dai propri schemi e non cercare a tutti i costi di voler portare le proprie abitudini dovunque si vada è la strada migliore. In questo modo, se capita il fuoriprogramma, meglio prenderla con il sorriso e un po' di spirito pratico" – dice Re.
  1. Nuovi stimoli. Sperimentare e aprirsi al nuovo, può essere un'ottima soluzione per trovare altri stimoli, provenienti ad esempio anche da altri colleghi. Questi possono essere occasione per impegnarsi in attività diverse dal solito e per venirsi incontro.
  2. Lasciare i 'pensieri' in ufficio. In previsione di ponti o settimane di pausa, è naturale accelerare i ritmi lavorativi, ma una volta usciti dall'ufficio è bene staccare completamente la testa dalle preoccupazioni e dalle ansie da ufficio, così da godere di un riposo reale nelle ore non lavorative. "In generale comunque, durante tutto l'anno è bene imparare a concedersi momenti dedicati alla cura di se stessi, anche solo una bella dormita a settimana può di fatto cambiare completamente la nostra percezione", commenta Re.
  1. Trovare il tempo per rilassarsi. Un ingrediente essenziale per una buona concentrazione, fondamentale soprattutto in questi periodi, è il rilassamento. Essere rilassati, o imparare a concedersi questi momenti, permetterà di non sprecare troppo tempo ed energie per raggiungere i propri obiettivi.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *