CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

mercoledì 19 ottobre 2016

General Electric Healthcare lancia acceleratore di impresa per finanziare startup sanitarie fino a 50 milioni di dollari


  • L'acceleratore di impresa five.eight nasce per favorire lo sviluppo di una sanità sostenibile nei Paesi emergenti
  • Il programma è aperto a tutte le startup attive nel campo della salute, ovunque nel mondo: ognuna delle vincitrici potrà ottenere un finanziamento fino a 5 milioni di dollari da parte di GE Healthcare

MILANO, 19 ottobre 2016 GE Healthcare, divisione medicale di General Electric (NYSE: GE) con un fatturato di 18 miliardi di dollari, ha annunciato il lancio di five.eight, acceleratore di impresa per startup operanti nel settore sanitario, volto a migliorare le condizioni di salute dei cittadini dei Paesi emergenti. 

L'acceleratore si rivolgerà a startup sanitarie internazionali con l'obiettivo di incrementare la qualità e l'accessibilità dell'assistenza clinica in ambienti in via di sviluppo o con scarsità di risorse, attraverso l'introduzione di programmi di formazione, tecnologie innovative a basso costo e applicazioni digitali.

Le prime società candidate al programma di accelerazione di impresa fanno parte del portafoglio di quattro soggetti specializzati in investimenti a impatto sociale: Acumen (Usa), Aavishkaar-Intellecap Group (India), Unitus Seed Fund (Usa-India) e Villgro (India). Attraverso il programma, GE Healthcare e ogni startup si concentreranno su innovazioni sanitarie per le economie emergenti, con potenzialità di sviluppo anche a livello commerciale. 

I prodotti delle startup potranno beneficiare della distribuzione di GE Healthcare o dell'integrazione dei servizi all'interno del portafoglio di soluzioni per cure sostenibili del Gruppo. 

Inoltre, un potenziale finanziamento fino a 5 milioni di dollari per ciascuna startup verrà valutato caso per caso a mano a mano che la collaborazione con GE Healthcare si svilupperà.

"A livello globale, si stima che più di 5,8 miliardi di persone non abbiano accesso a un'assistenza sanitaria di qualità a prezzi accessibili", ha dichiarato John Flannery, Presidente e CEO di GE Healthcare. "Da tempo ci impegniamo per migliorare l'assistenza sanitaria per chi ne ha più bisogno, ma sappiamo che non possiamo farcela da soli. Attraverso five.eight, il nostro obiettivo è quello di dare vita al più grande ecosistema mondiale per la salute, collaborando con investitori sociali e startup sanitarie internazionali, al fine di massimizzare i risultati per le popolazioni che ne hanno più bisogno."

Five.eight si propone di accogliere almeno 10 startup nel suo programma iniziale: i primi candidati proverranno dai quattro investitori sociali individuati, ma la collaborazione non sarà limitata a queste società.

La prima azienda a firmare per unirsi a five.eight è stata Tricog, una startup con sede a Bangalore, in India, impegnata per migliorare i tassi di sopravvivenza di quanti vengano colpiti da attacchi di cuore, diminuendo il tempo medio che intercorre tra sintomi e trattamento. 

Utilizzando dispositivi ecografici connessi via cloud in centri medici, Tricog favorisce l'accesso a una diagnosi rapida, precisa e più economica, aiutando i medici a esaminare i pazienti nel giro di pochi minuti dal momento del loro arrivo in clinica, cercando così di arrivare a una significativa riduzione del tasso di mortalità. 

In qualità di prima startup ad accedere a five.eight, Tricog collaborerà con GE Healthcare per portare le proprie soluzioni su più mercati a livello globale.

Five.eight va così a potenziare l'Innovation Network di GE, un ecosistema globale e connesso di acceleratori di impresa, startup, e innovatori che lavorano su tecnologie in grado di rivoluzionare i mercati attraverso la trasformazione digitale. 

Le startup che si uniranno a five.eight non solo avranno accesso alla programmazione e alle risorse dell'Innovation Network ma saranno inoltre connesse agli altri centri di innovazione globale di GE situati a Helsinki, Cardiff, Istanbul, Calgary, Johannesburg e Dubai.

L'acceleratore di impresa di GE Healthcare è aperto anche a collaborazioni dirette con startup internazionali e con altri attori globali attivi nel settore sanitario, tra cui realtà dal mondo accademico, ONG o altri operatori. 

I candidati interessati sono invitati a contattare five.eight; le candidature saranno valutate e accettate in modo continuativo. 

L'acceleratore, infatti, è aperto a tutte le startup attive nel campo della salute, indipendentemente dalla loro ubicazione nel mondo.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *