venerdì 14 ottobre 2016

Italiani sempre più salutisti. Il 42% richiede cibi meno grassi, il 53% disposto a spendere di più per alimenti sani

16 ottobre Giornata mondiale dell'alimentazione. 


Attraverso il cibo si ricerca sempre più il benessere e anche il modo di cucinare può fare la differenza. 

Da AMC Italia sistemi di cottura evoluti e tecnologici, che permettono di cucinare, anche in automatico, con meno condimenti, grassi e sale, preservando le proprietà nutritive dei cibi. 


Il rapporto fra gli italiani e il cibo è sempre più orientato alla ricerca di salute e benessere, ma senza mai rinunciare al gusto e alla ricchezza della nostra tradizione culinaria. 

Il Rapporto Coop 2016 ci dice per esempio che gli italiani sono i più magri d'Europa, attenti alle etichette, ai prodotti light e ai cibi "senza" (senza sale, senza grassi), mentre le ultime ricerche di Nielsen Italia rivelano che il 42% dei nostri connazionali chiede alla GDO un maggiore assortimento di cibi meno grassi. 

E per tutto questo gli italiani sono disposti a spendere di più: il 53% si dichiara pronto a pagare un prezzo più alto per cibi ritenuti salutari.

«D'altra parte gli italiani lo sanno da sempre: mangiare meglio significa vivere meglio» afferma Joerg Samulowitz, Direttore generale di AMC Italia, azienda leader dei sistemi di cottura, parte di un gruppo internazionale, che distribuisce i propri prodotti con il metodo della vendita diretta tramite dimostrazioni nelle case. 

«La tendenza a un'alimentazione più sana ed equilibrata è sempre più marcata e oltre alla grande attenzione da riservare alla scelta degli ingredienti, anche il modo in cui si cucina può davvero fare la differenza per quanto riguarda la qualità del cibo che mangiamo» continua Samulowitz.                    
Il sistema di cottura AMC, progettato e realizzato interamente in Europa e in particolare in Italia, Germania, Svizzera e Spagna, conta numerosi brevetti e utilizza tecnologie di ultima generazione. 
Il Sistema consente di cuocere gli alimenti con la loro umidità naturale. 
La cottura conserva così le proprietà nutritive degli alimenti, che non perdono peso e volume, salvaguarda il gusto e vitamine e sali minerali non si disperdono come avviene con la cottura con acqua. 
Gli alimenti non si attaccano al fondo della pentola e non è necessario usare grassi o soffritti, cosa che garantisce un'alimentazione più sana –spiega Snezana Kiki Stojanovic, Responsabile marketing dell'aziendaIl gusto è garantito, anzi, viene esaltato; il cibo mantiene le sue caratteristiche nutrizionali e il suo sapore». 

Secondo gli studi condotti dall'Università di Vienna, Università di Sion e l'Istituto AMC di Rotkreuz (Svizzera), rispetto alla verdura cotta in acqua, la verdura cotta con unità AMC conserva il 50% in più di vitamine e 4 volte in più di minerali. Un filetto di manzo cotto con oli e grassi equivale a 290 kilocalorie, mentre con AMC a 150, ossia la metà.

«Tutte caratteristiche –sostiene Snezana Kiki Stojanovic– che corrispondono a quella che da oltre cinquant'anni è la filosofia di AMC: "mangiare meglio. vivere meglio"».



AMC (Alfa Metalcraft Corporation) è nata in Germania nel 1963 ed è presente in Italia dal 1970. AMC International è presente in 30 paesi del Mondo con una rete vendita di oltre 10.000 collaboratori e 15 milioni di clienti. 

La sede italiana è a Milano, dove svolge l'attività da oltre 40 anni. AMC propone un rivoluzionario metodo di cottura a circolazione chiusa che permette di cucinare senza aggiunta di acqua e di arrostire senza oli e grassi, con tempi ridotti. 

Fin dalla sua fondazione contribuisce a sostenere da protagonista la filosofia del "Mangiare meglio. Vivere meglio". 



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI