mercoledì 17 dicembre 2014

General Electric lancia "Mind", app per i malati di Alzheimer e altri disturbi neurologici

 

Attraverso la musica e l'arte, la nuova app riesce a stimolare il cervello e favorire l'interazione sociale

 

MILANO, 17 dicembre 2014Un vero e proprio supporto mobile per le persone colpite da disturbi neurologici: GE Healthcare, divisione medicale di General Electric, ha progettato "MIND", applicazione gratuita per iPad che favorisce la stimolazione del cervello per le persone con malattie neurologiche e offre consigli utili per chi fornisce assistenza ai malati. Creata e approvata da neurologi, la app MIND di GE Healthcare è progettata specificamente per le persone colpite da disturbi neurologici come il morbo di Alzheimer, Parkinson, ictus e trauma cranico.

 

La app utilizza la musica e l'arte per permettere ai pazienti di svolgere attività che coinvolgono sia il livello emotivo che quello fisico, offrendo un'esperienza sia stimolante che divertente. Diversi studi hanno dimostrato che la musica, in particolare, contribuisce a migliorare il recupero dei pazienti in aree specifiche. Ad esempio, un recente studio finlandese ha rilevato che se i pazienti con ictus ascoltano musica per due ore al giorno, possono recuperare le loro capacità di memoria verbale e attenzione, meglio di coloro che non la ascoltano mai. Lo studio ha anche dimostrato che i pazienti che ascoltano musica hanno un atteggiamento più positivo rispetto ai pazienti che non ne ascoltano o che ascoltano solo audiolibri. Anche la app MIND di GE Healthcare dimostra il grande potere della musica: i pazienti possono riacquisire controllo di sé e fiducia nelle proprie capacità suonando le loro canzoni preferite, cantando, e persino creando alcuni passi di danza. I pazienti possono anche creare la propria melodia, guardare video musicali e ascoltare composizioni di Paesi diversi.

 

"MIND" utilizza anche l'arte visiva per incoraggiare un coinvolgimento attivo tra il paziente e la persona che si prende cura di lui. L'applicazione coinvolge il paziente attraverso molteplici funzioni, tra cui una galleria d'arte virtuale, dove gli utenti possono osservare grandi opere d'arte e creare la propria versione di capolavori. Per le persone affette da disturbi neurologici, l'ascolto di musica e la visualizzazione di opere d'arte possono stimolare il cervello, scatenando risposte emotive e promuovendo l'interazione sociale. L'importanza dell'arte in questo ambito è sempre più riconosciuta: in tutto il mondo, infatti, si sta assistendo a un aumento di iniziative progettati per persone affette da disturbi neurologici e per chi fornisce assistenza.

 

Un prezioso vantaggio delle app è la possibilità che il legame tra il paziente e chi se ne prende cura possa essere rafforzata attraverso la condivisione delle caratteristiche dell'applicazione. Lo sviluppo della app MIND è parte integrante dell'impegno di GE Healthcare a livello mondiale per migliorare la previsione, il rilevamento e la diagnosi dei disturbi neurologici, nonché per migliorare l'assistenza fornita a chi ne è affetto. MIND è disponibile su iTunes Store o presso mindonlinecampaign.com.

 

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI