CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

giovedì 18 dicembre 2014

ONLINE FLUOUTLOOK, LA NUOVA PIATTAFORMA CHE PREVEDE L'ANDAMENTO DELL'INFLUENZA IN EUROPA E NORD AMERICA


 

 

È ONLINE FLUOUTLOOK, LA NUOVA PIATTAFORMA CHE PREVEDE L'ANDAMENTO DELL'INFLUENZA IN EUROPA E NORD AMERICA

Realizzata dai team di ricercatori della Fondazione ISI di Torino e della Northeastern University di Boston, si basa sui rilevamenti dei sistemi di sorveglianza nazionali e confronta diversi modelli di previsione.

 

Come ogni anno, con l'avvicinarsi dell'inverno si inizia a parlare di influenza: i primi casi vengono rilevati, i sistemi sanitari nazionali entrano in allerta, i cittadini si preparano a trascorrere qualche giorno in compagnia di starnuti e antipiretici. Quello che non si conosce è il periodo preciso in cui il virus stagionale avrà il suo picco massimo. Anche in questo settore, tuttavia, la ricerca scientifica sta compiendo dei notevoli passi avanti, con lo sviluppo di strumenti sempre più raffinati che analizzano, studiano e provano a prevedere l'andamento dell'influenza stagionale. Si muove in questa direzione Fluoutlook, l'innovativa piattaforma sviluppata dalla Fondazione ISI di Torino e dalla Northeastern University di Boston, basata sui dati provenienti dai sistemi di sorveglianza nazionali e resa disponibile questa settimana su Internet all'indirizzo fluoutlook.org .

Fluoutlook si presenta al pubblico in modo semplice e intuitivo. La homepage mostra due mappe, relative al continente nordamericano e a quello europeo. Il monitoraggio riguarda al momento otto paesi: Italia, Francia, Spagna, Germania, Paesi Bassi, Irlanda, Stati Uniti e Canada (nelle prossime settimane sarà aggiunta la Gran Bretagna). Ciascun paese viene visualizzato seguendo un codice cromatico binario: in rosso sono indicati i paesi dove è stata superata la soglia epidemica dell'influenza, in arancio i paesi sotto soglia.

Cliccando sul territorio di ogni paese si aprono due strumenti informativi nella parte inferiore della pagina: una mappa del singolo paese (con eventuali indicazioni sul trend, se è stata superata la soglia) e un grafico che mostra la progressione del virus e la previsione per le settimane successive. Selezionando la voce "explore forecasts" si ottengono ulteriori informazioni e una comparazione più dettagliata tra i diversi modelli predittivi utilizzati da Fluoutlook.

"Quando si analizza l'andamento dell'influenza stagionale, l'obiettivo primario è di solito quello di individuare il momento in cui l'epidemia raggiungerà il picco di contagio", dice Michele Tizzoni, ricercatore di Fondazione ISI. "Riuscire a prevedere il picco dell'attività influenzale con il maggiore anticipo possibile è importante perché consente alle persone a rischio di adottare misure di prevenzione, come la vaccinazione, e agli operatori sanitari di prepararsi a gestire le richieste di consultazione medica, e le assenze dal lavoro, organizzando al meglio le risorse disponibili".

Fluoutlook si basa su due tipi di modelli predittivi: i modelli stocastici su serie temporali e GLEAM. Alla prima categoria appartengono AR (Autoregressive model), MA (Moving average model), ARMA (Autoregressive Moving average model), ARIMA (Autoregressive Integrated Moving average model) e SARIMA (Seasonal Autoregressive Integrated Moving average model). GLEAM (Global Epidemic and Mobility Model) è un modello sviluppato dalla Fondazione ISI in collaborazione con Istituzioni Europee e Statunitensi. Per le previsioni dell'influenza GLEAM viene calibrato sull'analisi dei social media (in particolare dei messaggi relativi all'influenza su Twitter), seguendo un approccio già sperimentato con successo da Fondazione ISI e Northeastern University nella piattaforma Ebolatracking.

I dati ufficiali della sorveglianza sull'influenza provengono da European Center for Disease Control (Italia, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Spagna), Center for Disease Control and Prevention (USA), Robert Koch Institute (Germania) e Public Health Agency of Canada (Canada) e sono aggiornati ogni settimana, così come i relativi modelli di previsione. Di molti paesi, tra cui l'Italia, è già disponibile anche una funzione di analisi storica che permette di verificare la precisione dei modelli predittivi nella passata stagione (2013/2014).  

                                                                                                                                        

 

www.isi.it

@ISI_Fondazione

 

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *